Il Maestro Vudù John Arkam

Paralisi del sonno: Incubus e Succubus i Demoni del Sonno

La paralisi del sonno, ovvero quando un'entità maligna aggredisce durante il sonno, è un fenomeno assai ricorrente e tutt'altro che raro. In tutti i paesi del mondo, in tutte le culture e tutte le religioni, incontriamo persone che raccontano di essere state aggredite da una entità malefica durante il sonno.

Durante la mia più che trentennale carriera in qualità di esorcista ho avuto l'opportunità di incontrare diverse donne che soffrivano di episodi ricorrenti di paralisi del sonno, questo disturbo violento notturno che trasforma le notti in veri e propri calvari. Queste donne si svegliavano ogni mattina con dei graffi sulla schiena e dei lividi un po' ovunque nel corpo. Erano coscienti di quando accadeva loro, sentivano il dolore. Durante questi attacchi sentivano una voce rauca che le chiamava, ma non riuscivano a girare la testa. Poi sentivano un dolore vivo. Capivano tutte che dovevano combattere contro questa entità che le terrorizzava, prima che prendesse il controllo del loro corpo perché alla fine vedevano ombre nere anche durante i periodi in cui erano sveglie!

Paralisi del sonno: Incubus e Succubus i Demoni del Sonno

Paralisi del sonno demoni del sonno

Benché più raramente, anche gli uomini subiscono aggressioni di succubi, la controparte femminile dell'incubo. Proprio come quell'uomo che trattai tempo addietro e che si sentiva perseguitato ogni notte da una presenza maligna femminile. Inizialmente sentiva delle sensazioni sessuali piacevoli che confondeva con sogni erotici, dunque riteneva queste esperienze quasi piacevoli. In seguito le crisi notturne hanno assunto un carattere ben diverso, poiché sentiva che la presenza voleva ucciderlo, strozzarlo.

Tutte le persone che subiscono paralisi del sonno e incubo notturno affermano di provare paura, angoscia, un terrore dal quale hanno difficoltà a riprendersi. Queste persone sono vittime di un visitatore notturno, un'entità maligna.

La paralisi del sonno non è un fenomeno da prendere alla leggera. Nella maggior parte dei casi è un fenomeno naturale e benigno, ma a volte può essere molto pericoloso. Può essere un'aggressione demoniaca, un'anticipazione di una possessione demoniaca, con la sensazione di essere prigioniero nel proprio corpo, di non essere in grado di muoversi, di essere uno spettatore passivo, ma attivo dall'interno.

È una sensazione estremamente angosciante, confusa, anomala che va ben oltre il razionale e l'esplicabile scientificamente.

Paralisi del sonno vista dalla psichiatria

La scienza ufficiale dà una spiegazione razionale a certe esperienze terribili durante il sonno e definisce il fenomeno come "paralisi del sonno." Quando dormiamo, il nostro corpo è paralizzato totalmente e durante il risveglio questa paralisi sparisce, ma capita talvolta che questo meccanismo si blocchi.

La paralisi del sonno è definita un'agitazione del sonno, una "parasomnia" secondo la classificazione internazionale delle turbe del sonno che si distingue per il fatto che il soggetto sul punto di addormentarsi (paralisi hypnagogica) o di svegliarsi (paralisi hypnopompica) ma completamente cosciente, si trova nell'incapacità di effettuare ogni movimento volontario.

A questa sensazione di immobilizzazione sono associate correntemente delle allucinazioni auditive o visuali, così come delle impressioni di oppressione, di soffocamento, di presenza malefica e di morte imminente. Il soggetto, nell'impossibilità di articolare i suoni e di avvertire l'ambiente, prova spesso un sentimento di ansietà e di terrore.

Gli scienziati parlano di un disturbo del sonno allo stesso titolo dell'insonnia che sarebbe dovuta a un'intrusione di una fase di sonno paradossale durante una fase di transizione tra il sonno e la veglia. Questo spiegherebbe l'assenza totale di tono muscolare, nonché il fatto che il soggetto non è in grado di muoversi.

Sebbene la paralisi del sonno sia menzionata nei libri di medicina sin dai tempi antichi, ancora oggi la medicina ufficiale non è in grado di spegarne i veri meccanismi.

Come ho detto sopra, la paralisi del sonno è spesso associata a disturbi allucinatori, dove il dormiente sente voci, vede ombre o anche una silhouette, si sente soffocare, o sente che qualcosa è seduto sul suo petto. Questa esperienza è davvero spaventosa. Il dormiente sente una presenza malefica attorno a lui, ha persino l'impressione di una morte imminente. Soffre di convulsioni intense, come se vivesse dei terrori notturni da svegli. Solo il 5% delle persone con paralisi del sonno soffre di allucinazioni associate. Ma le esperienze di questo 5% sollevano la questione di un fenomeno soprannaturale. Non a caso, diverse persone che hanno subito la paralisi del sonno con allucinazioni, si sono svegliate con lesioni al corpo, graffi e lividi, proprio come se fossero stati aggrediti selvaggiamente.

Che pensare di tutte le testimonianze terribili riferite a questi fenomeni nel tempo: sono degli attacchi reali di presenze malefiche o si tratta di paralisi del sonno? All'epoca attuale queste esperienze spaventose sono ancora e sempre incomprese e difficili da spiegare.

Spiegazione del fenomeno di paralisi del sonno

Come si può spiegare il fenomeno dell'incubo notturno, della paralisi del sonno e delle allucinazioni? Vediamo.

Durante la paralisi del sonno molte persone affermano di sentire passi, suoni, voci che danno un ordine o che li chiamano. Queste stesse persone dicono di aver avuto l'impressione di sentirsi schiacciare il petto da un peso, di avere avuto sensazioni di formicolio elettrico, sensazioni di levitazione o "di uscite dal corpo" ... Alcune persone dichiarano persino di aver sentito un odore malefico.

Queste allucinazioni sono spaventose e inquietanti. È come se, durante una fase di paralisi del sonno, si fosse aperta una porta per l'aldilà e un demone o uno spirito malvagio si divertisse ad aggredire il dormiente. In ogni caso, il dormiente percepisce chiaramente di essere in pericolo, lo sente, ma non può fare nulla per salvarsi.

Alcune testimonianze parlano di una sensazione di estasi erotica, come se la persona avesse avuto un orgasmo, il che riconduce subito a un incubo o una succube.

Come vedremo più avanti, la paralisi del sonno è un fenomeno ben noto fin dai tempi antichi ed è ampiamente citato da varie culture e religioni ed è stato oggetto di molte rappresentazioni pittoriche ed epistolari.

Distinzione fra paralisi del sonno e presenza malefica

Le persone che ne sono regolarmente vittime di episodi di paralisi del sonno sono sempre più reticenti ad accettare la spiegazione avanzata dalla spichiatria. Affermano tutti con veemenza che sono sicure di non avere sognato. "Sappiamo bene distinguere fra il sogno o realtà". Non era un'allucinazione". Un gran numero di queste persone aveva uno spirito perfettamente cartesiano ma, man mano del sopraggiungere di questi attacchi, si sono dovute arrendere all'evidenza: ciò che arrivava loro era molto reale, nessun dubbio era più permesso.

Bisogna ben riconoscere ciò che è davvero una paralisi del sonno: le cause di questi attacchi rientrano nel paranormale. Non serve a niente invocare le turbe psichiche. E, curiosamente, i dettagli riportati sono similari (la maggior parte in ogni caso), ai fenomeni che si possono constatare nelle case infestate da entità malefiche, (odori acri, voci indistinte, vampate di gelo, forme nere, ecc.).

Qual'è la ragione di questi attacchi, visto che le vittime non si dedicavano a nessuna attività spiritica, o a messe nere?

La parola che si impone da sola è: stregoneria. Perché ci sono due tipi di stregoneria: la stregoneria operata da operatori malefici ben consapevoli coi loro riti fatti ad arte e la stregoneria amatoriale, quella che molte persone deviate praticano senza alcuna capacità e senza rendersene conto.

Hai sentito parlare del malocchio? Si augura la disgrazia a qualcuno (una malattia, un incidente, eccetera...) molto intensamente e ripetutamente e, come per incanto, la disgrazia arriva alla persona.

Credi che la sola forza del pensiero umano sia capace di provocare tali eventi? Normalmente no, ma in particolari situazioni di forte sentimento di invidia, odio e vendetta, una persona può riuscire a catalizzare e indirizzare energia negativa verso qualcun altro!

Benché i poteri dello spirito umano siano limitati (veggenza, telepatia, télekinesi), gli spiriti malefici sono ben più potenti di noi. Vivono in un mondo invisibile e, se noi non li vediamo, essi ci vedono. Sono ben attenti ad ogni nostro fatto e gesto e, quando una persona fortemente malevole augura ardentemente del male ad un'altra persona, si incaricano di esaudirla! È la spegazione per la quale si capisce perché una tale disavventura arriva a numerose persone, di ogni rango sociale ed a qualsiasi età.

Ma esistono dei casi dove la stregoneria non ha niente a che vedere. Queste entità malefiche del mondi invisibile talvolta scelgono una persona per ragioni conosciute unicamente da loro. O l'aggrediscono durante l'esecuzione di un maleficio (nel caso della strega) o approfittano che sia addormentata - dunque vulnerabile e non diffidente - per operare su lei atti sessuali violenti. Questi stupri sono molto reali e non risultano da alcuna " frustrazione sessuale" sofferta dal soggetto. Adottare un atteggiamento preconcetto scientista e negatorio verso la paralisi del sonno , non ha mai permesso di risolvere certi problemi, né di rispondere a tutte le nostre interrogazioni.

Demoni del sonno Incubus e Succubus

Abbiamo visto come si manifesta una presenza malefica durante una paralisi del sonno ovvero quando un'entità malefica aggredisce durante il sonno. Cerchiamo di capire meglio il fenomeno dei demoni del sonno.

Se ti svegli nel cuore della notte sentendoti aggredita , oppressa da un essere demoniaco, stai sperimentando ciò che viene chiamato il fenomeno della paralisi del sonno: un attacco da parte di un demone maschio (incubo o incubus). La sua controparte femminile, la succube o succubus, di solito attacca gli uomini.

Il fenomeno della paralisi del sonno rappresenta, sotto molti aspetti, l'incubo notturno per eccellenza. Per secoli è stato detto che il demone Incube perseguita i dormienti, ispirando storie di folclore tradizionale e opere d'arte. Le persone che hanno sperimentato il fenomeno dell'incubo notturno riportano spesso un livello di ansia assolutamente enorme.

Uno dei modi più comuni per i demoni di materializzarsi e comunicare con noi è attraverso i sogni. Mentre si dorme la mente cosciente si rilassa completamente e si hanno meno resistenze che derivano da pensieri, blocchi e credenze: si è completamente rilassati ed aperti.

Puoi notare un cambiamento quando lo spirito è intorno a te. Può essere un cambiamento di energia, una sensazione, un'improvvisa differenza di temperatura, una raffica di aria gelata quando tutte le porte e le finestre sono chiuse o un movimento reale. Talvolta percepisci che qualcuno è sdraiato accanto a te.

Ti senti sfiorare i capelli, ti senti sfiorare la mano, un tocco morbido lungo il corpo, un abbraccio, un bacio sfiorato. A volte può sembrare di vivere una sensazione piacevole, ma non lo è affatto.

Paralisi del sonno nelle culture e nelle religioni

Il fenomeno della paralisi del sonno ha attraversato le epoche e le culture, fino a giungere ai nostri tempi.

Nell'antichità i medici greci denunciavano le cosiddette superstizioni che vedevano in Hefialte le aggressioni di spiriti dei morti, dei satiri o la Dea greca Hecate che necessitavano rituali propiziatori.

Gli antichi Romano chiameranno questa forma di incubo "incubus" . Il termine designerà anche l'aggressore notturno supposto, un demonio maschile che possiede le donne. Il termine "succubus" designa la controparte feminile dell'incubus.

Nel Medioevo e fino al tardo XVII secolo, troviamo la credenza che il Diavolo possa trasformarsi in una leggiadra fanciulla (Succubus), copulare con un uomo e trattenerne lo sperma. Poi divenire un uomo (Incubus) e ingravidare una donna. Il tempo che trascorre necessariamente tra queste due operazioni spiega perché lo sperma del diavolo sia gelato, come leggiamo in tutti i più importanti trattati di demonologia e come risultava dalle testimonianze concordi delle streghe.

A partire dal Medioevo la teologia cristiana riprenderà la nozione di incubo e insisterà sul suo componente sessuale (che sembra tuttavia abbastanza raro, perlomeno oggigiorno): il dibattito cadrà meno sulla realtà dei fenomeni, riconosciuti come opera di creature diaboliche, piuttosto che sulla possibilità data a questi di generare.

Questi racconti di aggressioni notturno ripetitivi da parte di entità malefiche hanno attraversato i secoli. In generale, questi fenomeni si producono giusto prima che la vittima si addormenti o si svegli. In ogni caso, questi attacchi provocano una paralisi completa, un sentimento di oppressione sul petto ed una sensazione di strangolamento.

Nel Corano, la paralisi del sonno è spiegata dal fatto che i djinn (i demoni) attaccano l'essere umano nei sogni. Si parla addirittura di possessione demoniaca.

In questo caso, la persona tormentata da un djinn perderà il sonno, il che lo porterà a problemi comportamentali evidenti. È quindi necessario liberarsi dei djinns che si sono alloggiati nel cervello della vittima. I djinns, così come i demoni della religione cristiana, attaccano gli umani, li perseguitano. E qui il djinn colpisce quando il soggetto è addormentato, impedendogli in tal modo di muoversi e di reagire.

Nella religione cattolica si parla di demoni. Il demone, in particolare l'incubo o la succube, viene a visitare la sua preda durante il sonno e lo sottopone a tutti i tipi di abusi. La vittima è quindi incapace di muoversi, ascolta voci demoniache, si sente perseguitata ... Questo è un vero attacco demoniaco che può portare alla possessione demoniaca. L'unico modo per liberarsene è di effettuare un vero e proprio esorcismo.

In altre culture la paralisi del sonno è un segno di incantesimo o un segno che un'entità astrale sta cercando di entrare in contatto con il mondo dei vivi. Ma, in ogni caso, questo fenomeno rappresenta un'esperienza davvero traumatica. Spesso la paralisi del sonno rimane un fenomeno benigno, un semplice disturbo del sonno certamente angosciante, ma non pericoloso. Ma accade anche che nasconde qualcosa di molto più terribile, come un attacco demoniaco.

la magia voodoo del maestro john arkam

Presidente del Voodoo Council dal 1998 il Maestro John Arkam opera da oltre un trentennio il Voodoo positivo, etico, per combattere il male in ogni sua forma. È mondialmente riconosciuto come il massimo esperto di negatività, nonché di ritualistica di Magia Voodoo Bianca e Rossa, la più potente magia in assoluto.

Hai un serio problema di negatività? Hai un problema relazionale, di coppia? Contatta il Maestro Arkam per un consulto gratuito.

Il Voodoo Council promuove nel mondo la pratica etica della magia Voodoo che esclude ogni sacrificio animale.

john arkam presidente del voodoo council

Il sito Web del Maestro Voodoo John Arkam è online dal 1995

Il sito storico di riferimento dedicato alla Religione Voodoo, alla Magia Voodoo, nonché alle arti magiche tradizionali. La professionalità non si inventa: la si ottiene con anni e anni di pratica e di esperienza!

la magia voodoo contro negatività, malocchio

NEGATIVITÀ E MALOCCHIO

I RITI PURIFICATORI DEL MAESTRO ARKAM

 

ELIMINARE IL MALOCCHIO

 

ELIMINARE LA NEGATIVITÀ

 

SCANNING ENERGETICO

 

RIEQUILIBRIO CORPO ENERGETICO

 

esorcismi voodoo del mago voodoo John Arkam

PRESENZE MALEFICHE

GLI ESORCISMI DEL MAESTRO ARKAM

 

INFESTAZIONE DEMONIACA

 

OPPRESSIONE DEMONIACA

 

POSSESSIONE DEMONIACA

 

TEST DI MALEFICIO- MALEDIZIONE

 

Il VOODOO DI JOHN ARKAM CONTRO IL TERRORISMO

The Guardian

Mago Vudù John Arkam, il più potente prete voodoo del mondo

Mr. John Arkam, the most powerful voodoo priest in the world, based in Togo, West Africa.

JOHN ARKAM TRA I MIGLIORI MEDIUM MONDIALI

Richard Scaletta

Mago Vudù John Arkam fra i migliori medium

I poteri medianici di John Arkam ottengono l'eccezionale risultato di 89/100 dal LACH di Gary Schwartz.

Articoli in Evidenza

facebook   twitter

Riflettore