Maestro Voodoo Arkam esperto di magia rossa, magia bianca e magia nera

Negromanzia o Necromanzia, Oscura Arte di Risuscitare i Morti

negromanzia o necromanzia

 

 

 

 

 

 

 

Le Origini Della Negromanzia, Necromanzia

La parola negromanzia viene dal greco "nekromanteia", "nekros" significa morte e "manteia" significa divinazione. La negromanzia è una forma di divinazione, in cui i praticanti (detti negromanti) cercano di evocare spiriti dei defunti.

La negromanzia è dunque una pratica che usa gli spiriti dei defunti e le opere di stregoneria che comportano l'uso di resti umani e la corrente di morte. La corrente di morte è la lunghezza d'onda che è permeata dalle energie residue e variabili del defunto. È la linea diretta per i defunti. Per connettersi con il defunto bisogna essere in sintonia con la corrente di morte. La corrente di morte è più forte in luoghi come obitori, pompe funebri e cimiteri. Alcuni individui sono più in sintonia con la corrente di morte rispetto ad altri e possono avere capacità di medianità naturale.

Una cosa che accomuna le civiltà più antiche è il fascino dei morti. L'arte della negromanzia, o comunicazione oltre la tomba attraverso la rianimazione della carne morta, è stata a lungo considerata come un modo deviante per trovare risposte nel regno degli inferi. Sebbene sia stato praticato in quasi ogni civiltà antica, la negromanzia cominciò principalmente nell'antica Persia, in Grecia, a Roma e nell'Europa medievale.

Negromanzia, Processo Mistico di Far Rivivere i Morti

Riferita più comunemente alla stregoneria o magia nera, la negromanzia è il processo mistico di far rivivere i morti con l'intento di apprendere i loro segreti - un modo di leggere il futuro, scoprire l'ignoto, o semplicemente sfruttare la saggezza dei morti. La negromanzia è stata oggetto di molte dottrine proibite ed è tutt'ora usata in alcune religioni. Sebbene inizialmente considerata dagli antichi greci come un modo per discendere negli inferi dell'Ade, la necromanzia alla fine si evolse nell'atto di convocare i morti nel mondo mortale, spesso contro la loro volontà e con gravi conseguenze. Parlare con i morti non è per i deboli di cuore e la tradizione che circonda la negromanzia può essere altrettanto terrificante.

La negromanzia è più comunemente associata a streghe e stregoneria. Dal 1° secolo, i racconti di streghe che usano la negromanzia per il potere e l'intuizione sono apparsi in leggende metropolitane e tradizioni di più culture. Parte di questa associazione deriva dalla credenza che le streghe lavorano con gli spiriti, inclusi quelli di esseri umani, animali, piante e la Terra stessa.

I Rituali della Negromanzia Sono Estremamente Elaborati

I rituali negromantici potevano essere sia banali che grotteschi, a seconda dello scopo della divinazione, ma erano quasi sempre elaborati - spesso coinvolgendo talismani, incantesimi, cerchi magici, candele, simboli e bacchette. Il negromante poteva indossare i vestiti del defunto, sedersi per giorni senza muoversi, o persino mutilare e mangiare cadaveri come modo per compenetrarsi con i morti. Sceglievano luoghi particolari che fossero adatti alle loro linee guida, come la casa del soggetto defunto, una chiesa o un cimitero buio.

Tutte queste pratiche morbose erano solo di "riscaldamento" per procedere poi con l'evocazione finale dello spirito. Per portare il corpo fisico dall'altra parte, il processo doveva avvenire entro un anno dalla morte, altrimenti il negromante sarebbe stato in grado di evocare il fantasma, non la persona reale.

Come Veniva Svolto un Rituale di Negromanzia

Il corpo da rianimare doveva essere perfettamente preparato. Una volta aperta la bara, il corpo veniva rimosso e steso con la testa rivolta a est verso il sole nascente e le sue membra assumevano la posizione di crocifissione. Un piccolo piatto di vino in fiamme, mastice e olio dolce veniva quindi posto vicino alla mano destra del corpo per promuovere l'evocazione. Certo, gli incantesimi variavano molto da una cultura all'altra, ma tutti sembravano concentrarsi sul comandare allo spirito di muoversi nel nome della persona deceduta e di rispondere alle esigenze dei vivi.

Supponendo che il rituale andasse secondo i piani, il corpo del morto si alzava lentamente e rispondeva doverosamente alle domande del negromante. Lo spirito sarebbe ricompensato per la sua cooperazione con promesse di pace futura e il corpo veniva bruciato in seguito in modo che non potesse mai più essere rianimato.

La Natura e il Tempo Sono Profondamente Radicati nella Negromanzia

Come ci si aspetterebbe, il momento migliore per eseguire un rituale di negromanzia era a mezzanotte, specialmente se la notte era piena di vento, pioggia e fulmini. Ma questo non era solo per un disporso di effetto: si credeva che gli spiriti si sarebbero mostrati più facilmente in caso di maltempo. Anche se le pratiche variavano da luogo a luogo, la maggior parte dei rituali di negromanzia riguardava l'illuminazione della scena con torce e la creazione di uno sfondo di profonda contemplazione e morbosità.

Per esempio, se un negromante voleva risuscitare un cadavere nel cimitero, intorno alla tomba venivano creati dei i circoli magici e venivano bruciate alcune piante potenti come la cicuta, l'aloe, la mandragola e l'oppio.

Alcune Religioni Praticano Tutt'ora la Negromanzia

Attualmente le pratiche di negromanzia esistenti si riferiscono allo spiritualismo di alcune culture che credono che i morti possano condurre i vivi in un regno di comprensione - come il Voodoo e la Santeria. La negromanzia è ancora praticata nella religione afro-brasiliana di Quimbanda ed è strettamente connessa allo spirito Pomba Gira che è il messaggero del supremo e divinità del possesso dell'anima. Ancora praticato nelle aree urbane del Brasile d'oggi, il Quimbanda nacque dalla pratica religiosa di Macumba che è il nome di tutte le pratiche religiose non abramitiche praticate nel corso del XIX secolo.

La setta più europeizzata della stessa religione si chiama Umbanda e dimostra come questi piccoli sistemi di credenze decentralizzati si sono ramificati in molte direzioni uniche. Come il Voodoo e la Santeria - entrambi originati dall'Africa - l'autonomia dei loro templi e la mancanza di una dottrina dominante hanno permesso loro di includere tradizioni che coinvolgono la negromanzia senza molte critiche.

Cristiani e Cattolici Non Approvarono la Negromanzia

Agli occhi della maggior parte dei cristiani, riportare gli spiriti non viventi era nient'altro che un'invocazione demoniaca.

Credevano che, a prescindere dai benefici percepiti, risuscitare i morti è assolutamente contrario all'autorità di Dio e causa solo sofferenza.

Il mondo medievale credeva generalmente che la resurrezione dei morti richiedesse l'aiuto di Dio, qualificando così tutte le altre forme di divinazione come "magia demoniaca".

Sebbene i negromanti non si siano mai realmente organizzati in un gruppo legittimo, la Chiesa cattolica condanna fermamente questa pratica.

Ma Cosa Sanno Esattamente i Morti Risuscitati ?

Diversi gruppi discutono su cosa possa davvero trasmettere un morto risuscitato. Ma cosa sanno veramente i morti? Questa domanda è stata oggetto di dibattito nel corso dei secoli. Alcune antiche culture - come la romana e la greca - credevano che i morti avessero una conoscenza limitata, mentre altre culture ritenevano che i morti sapessero tutto.

Il poeta romano Ovidio scrisse nelle "Metamorfosi" che molti ritenevano che i morti convergessero in uno spazio sotterraneo con l'intenzione di scambiarsi notizie e pettegolezzi. Altri pensavano che fossero molto più sinistri.

Gli ebrei del periodo ellenistico chiamavano nella Bibbia i negromanti "congiuratori di ossa" con la capacità di danneggiare gli israeliti. Il Libro del Deuteronomio mette specificamente in guardia dal permettere al proprio figlio o figlia di passare attraverso il "fuoco diella divinazione", poiché era un abominio per il Signore e severamente proibito. Anche se la legge mosaica ha continuato a dire che i praticanti di necromanzia avrebbero dovuto essere essere messi a morte, questo avvertimento spesso non è stato ascoltato.

La Negromanzia Moderna Implica di Parlare con i Morti - Non Rianimarli

Ancora oggi ci sono persone che affermano di poter parlare ai morti. I moderni negromanti intrattengono i rapporti con i morti attraverso un Medium e praticano l'antica arte del "lancio delle ossa", per leggere il futuro secondo la posizione delle ossa. Lavorare con l'energia dei morti è la versione contemporanea della rianimazione che cerca di evitare la brutalità e la profanazione dei siti di sepoltura.

Ma nonostante una comunità di negromanzia tutt'ora sorprendentemente robusta, l'antica arte di riportare alla vita i morti è per lo più sparita. I moderni negromanti coltivano un rapporto con la corrente di morte. Alcuni negromanti offrono i loro servizi come medium, mentre altri relegano la loro pratica a collegarsi e onorare i parenti defunti per ottenere la loro assistenza.

Un esempio di questa pratica è quello di prelevare della terra del cimitero dal luogo di sepoltura di un parente, per poida usarla in un rituale magico. Alcuni negromanti praticano ancora l'antica arte del lancio delle ossa, che consiste nel lanciare ossa umane o animali su un tappeto e decifrarne il significato. Le ossa possono anche essere utilizzate per creare strumenti musicali che fungono da colonna sonora per riti negromantici. Altri si occupano di varie divinità della morte, come Azrael, Anubis e Santa Muerte, creando altari e lavorando con le loro energie.

I cimiteri sono di grande interesse per il negromante poiché, non solo è un fulcro della corrente di morte, ma lo sporco e le ossa del cimitero possono essere raccolti e utilizzati come strumenti in rituali di negromanzia.

Negromanzia e Negromanti Moderni

I moderni negromanti evitano la paura della morte e si sintonizzano su ciò che è noto come corrente di morte o energie di morte. Alcuni lavorano con gli antenati, i demoni o gli psicopompi (una figura che svolge la funzione di accompagnare le anime dei morti nell'oltretomba), mentre altri lavorano direttamente con la corrente di morte stessa, evitando qualsiasi entità.

I negromanti di oggi prendono le distanze dalle macabre origini antiche della negromanzia. Nel Libro The Necromantic Ritual Book si osserva che i rituali negromantici che descrive non contengono "brutalità, profanazione dei morti o qualsiasi altra pratica che si possa considerare l'antitesi della riverenza".

Il Maestro Vudù John Arkam

Il Maestro John Arkam opera da oltre trent'anni il Voodoo positivo, etico, per combattere il male in ogni sua forma. È mondialmente riconosciuto come uno dei più grandi esperti di negatività.

Promuovere la Religione Vudù e la pratica etica del Vudù

 

 

 

 

Sensitivo, esorcista, grande esperto di arti magiche, il Maestro John Arkam è un riferimento di fama mondiale della ritualistica di magia biance e rossa.

Hai un problema sentimentale o di coppia? Soffri problematiche di negatività? Contatta il Maestro Arkam per un consulto gratuito.Puoi contare sulla più rigorosa ed assoluta riservatezza dei tuoi dati.

Maestro Voodoo Arkam esperto di magia rossa, magia bianca

 

website protected

 

 

AVVERTENZA : Tutti i contenuti di questo sito sono coperti da Copyright e monitorati da DMCA. Chiunque copia uno scritto o una immagine, senza previa, specifica aurorizzazione del Maestro John Arkam, verrà automaticamente perseguito a norma di Legge.

 

Sei nel sito ufficiale del Maestro Vudù John Arkam

Il Maestro Vudù John Arkam, sensitivo, esorcista, grande esperto di magia bianca e rossa, opera da oltre trent'anni il Voodoo positivo per combattere il male in ogni sua forma. Presidente del Voodoo Council dal 1998 è un riferimento di fama mondiale della Religione Vudù e delle Arti Magiche.

Voodoo Council

il maestro Arkam rifiuta il sacrificio animale

Il Voodoo Council promuove nel mondo il Voodoo positivo, etico, che esclude ogni sacrificio animale.

Magia Nera: negatività, malocchi e maledizioni

Il Maestro Vudù John Arkam è mondialmente riconosciuto come uno dei più grandi esperti di negatività:

Eliminare la Negatività

Eliminare il Malocchio

Presenze Malefiche

Grazie ai suoi 30 anni esperienza come esorcista, il Maestro John Arkam combatte il male in ogni sua forma:

Infestazione Demoniache

Oppressione Demoniaca

Possessione Demoniaca

Magia Rossa: legamenti d'amore, rituali d'amore

I legamenti d'amore e i rituali d'amore del Maestro Arkam sono la massima potenza della Magia Rossa:

Legamento d'amore

Rituale d'amore

Rituale per l'infedeltà

Magia Bianca: la magia della protezione, della salute, della fertilità e della fortuna

Rituale di protezione

Rituale della Salute

Rituale di Fertilità

Rituale della Fortuna

la magia del mago Arkam, Grande Maestro Vudù di Magia bianca, Magia Rossa e Magia Nera

Contatta il Maestro John Arkam

Per qualsiasi particolare esigenza o grave problema, Contatta il Maestro John Arkam. Troverai la soluzione immediata per risolvere ogni tua necessità.

la magia del mago Arkam, Grande Maestro Vudù di Magia bianca, Magia Rossa e Magia Nera, elimina rapidamente  malocchio, negatività e infedeltà

Il sito del Maestro Vudù John Arkam è online dal 1995

Il sito storico di riferimento dedicato alla Magia Rossa, Magia Bianca e al Voodoo.

Cosa Dice la Stampa di Arkam

The Guardian: The the most powerful voodoo priest in the world

Silvia Tedeschi: l'esorcismo Voodoo del Maestro John Arkam

Intervisto il Mago Voodoo John Arkam

John Arkam il Mago d'Eccellenza

Riti d'Amore Voodoo